La dieta vegana promuove il microbioma intestinale sano

Uno studio attuale ha esaminato gli effetti di una dieta vegana sulla composizione del microbioma intestinale e sul peso corporeo. I cambiamenti positivi erano già evidenti dopo poche settimane. Puoi saperne di più su questo nel nostro post sul blog.

Perché il microbioma intestinale è così importante?

La totalità di tutti i microrganismi nell’intestino è chiamata flora intestinale, flora intestinale o intestinale / Microbioma intestinale. Oltre 1.000 diversi tipi di batteri possono essere trovati nel nostro intestino. Non solo assicurano una digestione funzionante, ma influenzano anche il nostro sistema immunitario. Tra le altre cose, viene assegnato loro anche un ruolo nello sviluppo di varie malattie, obesità o allergie. Puoi leggere di più sull’importanza della flora intestinale per la nostra salute qui .

Abnehmen-mit-pflanzlicher-Ernahrung_Beitragsbild_AdobeStock_273079455-e1570713643370wtl39PJvWX3jq

La dieta vegana ha un effetto benefico sulla flora intestinale e sul peso corporeo

A settembre è stato pubblicato sulla rivista specializzata Diabetologia uno studio dal quale risulta che una dieta vegana ha un effetto positivo sul nostro microbioma intestinale. 147 soggetti in sovrappeso (86% donne, 14% uomini) hanno preso parte allo studio, l’età media era di 55,6 anni.

I risultati dello studio

I partecipanti che si sono guardati l’un l’altro per un periodo di tempo Mangiare vegano per 16 settimane potrebbe favorire la crescita di alcuni batteri intestinali. Ad esempio, la frequenza relativa dei due batteri intestinali Faecalibacterium prausnitzii (+ 4,8%) e Bacteoides fragilis (+ 19,5%) è aumentata. Entrambi i microrganismi sono batteri, gli acidi grassi a catena corta (ad es. butirrato). Questi acidi grassi hanno numerose proprietà benefiche per la salute.

Sia Faecalibacterium prausnitzii che Bacteoides fragilis sono associati a una riduzione del peso corporeo e della percentuale di grasso corporeo, nonché a una migliore sensibilità all’insulina . Infatti, i partecipanti allo studio sono stati anche in grado di ridurre il loro peso corporeo e la percentuale di grasso corporeo nelle 16 settimane. A differenza del gruppo placebo, che non ha modificato le proprie abitudini alimentari, il gruppo vegano ha perso significativamente più peso corporeo (-5,8 kg). La percentuale di grasso corporeo è stata ridotta in media di 3,9 kg.

Una dieta a base vegetale migliora la sensibilità all’insulina

Inoltre, la dieta a base di piante ha anche migliorato la sensibilità all’insulina. Questo indica quanto il nostro corpo reagisce sensibile all’insulina ormonale. Se la sensibilità all’insulina è alta, anche piccole quantità di ormone sono sufficienti per avere un effetto. Più bassa è la sensibilità all’insulina, maggiori saranno le quantità necessarie. Questo può portare al diabete nel tempo. Questa malattia può essere prevenuta con una dieta a base vegetale. Gli studi dimostrano anche che la dieta a base vegetale è efficace anche nel trattamento del diabete. In un ulteriore studio, il gruppo di studio vorrebbe ora scoprire come una dieta vegana cambia il microbioma intestinale dei pazienti con diabete di tipo 2.

Conclusione dello studio

Faecalibacterium prausnitzii , anche Bacteoides fragilis si nutre di fibra. L ‘ alto contenuto di fibre della dieta a base vegetale è quindi responsabile dei cambiamenti che promuovono la salute nella flora intestinale osservati nello studio.

Quindi alimenta i tuoi batteri intestinali il più spesso possibile con alimenti vegetali ricchi di fibre n (ad es. frutta e verdura, legumi, prodotti integrali). Se segui una dieta vegana, non dovresti dimenticare l’integrazione di vitamina B12 (ad es. Sotto forma di pastiglie di vitamina B12 o Vegan Essentials ).

Perché i vegani sono più magri dei mangiatori di carne?

Che una dieta a base vegetale sia associata a un peso corporeo inferiore non è una novità. Da un lato, ciò è ovviamente dovuto al minor apporto calorico. Ma altri fattori significano anche che i vegani sono più magri dei mangiatori di carne. Ad esempio, studi precedenti hanno dimostrato che le persone che seguono una dieta a base vegetale hanno un metabolismo basale superiore dell’11%.